Il progetto E.RE. - Esistenze Resilienti, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali si rivolge a persone con patologie neuromuscolari, persone con disabilità, familiari, caregiver/assistenti, personale sanitario, volontari e soci UILDM.

Spesso una nuova era, un nuovo periodo della vita, inizia proprio da una vacanza. Da un momento di tranquillità e di stacco nasce la possibilità di sperimentare delle capacità e delle abilità che non avevamo mai messo in luce.

La Sezione UILDM di Mazara del Vallo fin dalla nascita ha messo al centro del suo impegno il miglioramento dell’accessibilità alle spiagge e al mare del proprio territorio. Una fetta d’Italia dove la bellezza non si è risparmiata, e a maggior ragione diventa un bene comune che va condiviso e tutelato.

È stato presentato il 4, il 6 e l’8 aprile il progetto “E.RE.” alla comunità UILDM. Gli eventi si sono svolti in digitale per favorire la più ampia partecipazione delle Sezioni, data la loro presenza in quasi tutto il territorio nazionale. 

Far parte di un’associazione come UILDM significa dare a sé stessi una possibilità in più di avere una vita come quella di tutti.

In Italia sono circa 40.000 le persone con malattie neuromuscolari, patologie degenerative di origine genetica che comportano una diminuzione della forza muscolare e una conseguente riduzione parziale o totale dell’autonomia personale. La pandemia da Covid - 19 ha colpito duramente questa fascia di popolazione, considerata tra quelle più fragili e a rischio di emarginazione sociale. Trattandosi di soggetti vulnerabili, sono stati isolati doppiamente e in molti casi lasciati senza alcuna misura di supporto socio-assistenziale e psicologico.

Cosa sono le Esistenze Resilienti? Sono le storie di chi cerca soluzioni, nuove strade da percorrere, sfide da accogliere senza perdere la volontà di esserci.

Top

Copyright © 2022 - Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare. Powered by AM TEK S.r.l.